Uso criminale della TV

ottobre 16, 2009 at 8:02 pm 1 commento

Sin dai tempi dell’editto di Sofia, il Premie ha sempre definito “uso criminale della TV” qualsiasi servizio, qualsiasi trasmissione che aveva come oggetto il voler approfondire le questioni legali e non aperte nei suo confronti o comunque qualsiasi cosa che non gli andava a genio…Nelle scorse settimane, subito dopo la sentenza sul Lodo Mondadori aveva detto “…su Mesiano ne vedrete delle belle” . Difatti ecco la soluzione alla profezia (o ordine) dato dal Premier la Trasmissione MATTINO 5 di Claudio Brachino ha fatto pedinare con le proprie telecamere il Giudice Mesiano…

rai3

Se fossimo in un qualsiasi stato…la notizia sembrerebbe ridicola o per tale passerebbe…ma siccome siamo in Italia e sappiamo bene a chi rispondono le televisioni questo è un segnale (l’ennesimo) della brutta aria che tira nel nostro paese e, se casomai ce ne fosse bisogno, del fatto che l’uso criminale della Televisione è una cosa che si addice al Presidente del Consiglio che oggi comanda, governa le reti televisive publiche e private e che ordina ai suoi pure di seguire e di mettere alla berlina un giudice dello Stato Italiano.

Cammina «avanti e indietro, indietro e avanti» mentre aspetta il suo turno davanti al barbiere. Fuma una sigaretta dietro l’altra e porta persino dei calzini celesti con i mocassini bianchi. Il servizio giornalistico mandato in onda da Mattino 5 sul giudice Mesiano (proprio quello che ha condannato Fininvest a risarcire con 750 milioni di euro la Cir di De Benedetti per il Lodo Mondadori) vorrebbe essere ironico ma somiglia a un pedinamento, nemmeno tanto ben risucito anche per un “guru” della tv d’intrattenimento come Ricci, il papà di Striscia, che al Corriere della Sera dichiara: «Quella roba lì? E che cos’era? Sembrava una cosa ridicola, una cosa che nemmeno una mente demenziale può concepire…». Scoppiata la bomba, Claudio Brachino (la presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, Letizia Gonzales, annuncia di aver posto «la questione della trasmissione del giornalista all’ordine del giorno del consiglio della prossima settimana») ha tentato di difendere l’operato suo e della redazione: «Non c’era alcuna malizia ma solo il senso televisivo di dare un volto a un personaggio che la gente non conosceva di persona».

Non l’hanno presa così bene né l’Fnsi, né Anm. «Visto che il Presidente del Consiglio continua a deprecare “l’uso criminoso” della Tv, ancora una volta tirando in ballo a sproposito “Annozero” gli rivolgiamo una domanda: come considera l’uso della Tv che è stato fatto ieri mattina dalla più importante rete Mediaset?», afferma in una nota il Presidente della Federazione Nazionale della Stampa Italiana, Roberto Natale, che spiega: «Mattino 5 ha mandato in onda un servizio che rassomiglia molto a un pestaggio mediatico, del quale peraltro l’On.le Berlusconi aveva già dato il preavviso nei giorni scorsi (il premier dichiarò «Su Mesiano ne vedrete delle belle», nds)».

«Siamo esterrefatti e indignati per la gravissima campagna di denigrazione e di aggressione nei confronti del giudice Raimondo Mesiano, da parte dei giornali e delle televisioni del gruppo Fininvest e della famiglia Berlusconi». Lo dichiarano il presidente e il segretario dell’Associazione Nazionale Magistrati, Luca Palamara e Giuseppe Cascini, «hanno pedinato il giudice Mesiano, filmandolo abusivamente nei suoi spostamenti privati, peraltro assolutamente normali; e ciò nonostante, definendo stravaganti i suoi comportamenti». L’Autorità garante per la privacy sta valutando la segnalazione dell’Anm, relativa ai servizi di alcune testate giornalistiche riguardanti la persona del giudice Raimondo Mesiano, «anche al fine di aprire una possibile istruttoria».

Fonte: Libero News

Commento:

Fino a qualche tempo fa il Premier si era dedicato all’attacco frontale nei confronti della Magistratura definendola politicizzata e criminale solo perchè applicava le legge anche al Presidente del Consiglio o come nel caso della Corte Costituzionale ricordava al Premier il fatto di avere una Costituzione da rispettare su cui tra l’altro aveva giurato. Ma anche in questo caso aveva definito la Corte come un gruppo di giudici politici che fanno politica e che non lo rispettano.

Ma dopo la caduta del Lodo Alfano, la legge che di fatto gli salvava le chiappe, il Premier sta usando i mezzi televisivi TG1 su tutti e tutte le sue reti private per attaccare frontalmente con una violenza anche televisiva i giudici che si sono permessi di accusarlo.

Il fatto che una trasmissione di Mediaset, si permetta a distanza di qualche girono da una dichiarazione del Premier contro il giudice della sentenza Lodo Mondadori “su Mesiano ne vedrete delle belle” è IL SEGNALE CHE IN ITALIA vi è un vero e proprio REGIME DITTATORIALE…

Annunci

Entry filed under: Blogroll.

Assurdo…. Comunicato Stampa su uscita istituzionali Verdi Lombardi dal Partito

1 commento Add your own

  • 1. simone  |  ottobre 19, 2009 alle 4:40 pm

    complimenti a saponaro e monguzzi.
    entrambi hanno deciso di entrare nel PD nonostante la francescato abbia perso il congresso. complimenti e auguri per l’elezione facile della 5 legislatura di seguito.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback this post  |  Subscribe to the comments via RSS Feed


ottobre: 2009
L M M G V S D
« Set   Nov »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Blog Stats

  • 156,502 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: